L’importanza dell’acqua

L’importanza dell’acqua

Da sempre sentiamo parlare dell’importanza di una corretta alimentazione. E l’acqua? L’acqua rappresenta circa il 60 % del peso corporeo di un uomo adulto. Essa svolge diverse funzioni tutte molto importanti per un corretto funzionamento del corpo. Attraverso l’acqua vengono trasportate le sostanze nutritive al cervello ed alle cellule del corpo; l’acqua regola la temperatura corporea e soprattutto interviene nei processi di depurazione dell’organismo con l’eliminazione dei prodotti di rifiuto del metabolismo cellulare.

 

L’importanza dell’acqua è tanto maggiore negli sportivi dove si ha un’aumentato metabolismo dell’acqua per la sudorazione e l’aumento della gittata del cuore che si verificano durante l’attività fisica.

 

Negli anni 70 sono stati condotti numerosi studi scientifici sull’importanza di una corretta idratazione ed in sintesi possiamo affermare che la riduzione del 2 % (ovvero una modesta perdita di liquidi causata da un lieve aumento della sudorazione) determina la riduzione della capacità di concentrazione e causa la comparsa di crampi muscolari. Questi effetti si verificano proprio perché si riduce l’efficienza dell’allontanamento delle scorie metaboliche dalle cellule del corpo. Ulteriori studi condotti su sportivi professionisti sottoposti a test fisici (corsa su tappeto ruotante o cyclette) hanno accertato che un’ulteriore perdita del 5 % del volume di acqua causa una riduzione del 30 % della performance atletica; per esemplificare su una corsa di 10 minuti si potrebbe avere un rallentamento di circa 3 minuti se l’organismo è disidratato.

 

Scendendo ancora più in dettaglio la perdita di un litro di sudore, misurata attraverso il peso con una semplice bilancia, aumenta di 10 battiti al minuto la frequenza cardiaca, riduce la gittata cardiaca e di conseguenza l’afflusso di sangue ai muscoli. Tutto ciò determina una riduzione della performance sportiva.

 

Passando dalla teoria alla pratica uno schema generale che possiamo tenere in mente è di aggiungere, al normale quantitativo di acqua della giornata, ½ litro di acqua 2 ore prima dell’allenamento; 1 bicchiere grande di acqua 20 minuti prima dell’inizio dell’allenamento e bere un bicchiere di acqua pari a circa 200 ml ogni 30 minuti di attività fisica. Altra regola importante da seguire è di consumare almeno un mezzo litro di acqua immediatamente al termine dell’allenamento.

 

Un’ idea in più per un approccio scientifico è di provare a vedere quanto peso si perde durante un allenamento con l’utilizzo di una bilancia. Basta registrare il peso prima e dopo la seduta di attività fisica e calcolare la perdita di peso. Possiamo sapere cosi con certezza quanta acqua dobbiamo bere per ritornare in equilibrio facendo una semplice conversione: 600 ml di acqua per 500 ml di sudore. Buona attività fisica!!!